Eva Wedding Planner

Matrimonio e rito. Tutto quello che devi sapere.

Eva Raccanello Wedding Planner & Events Creator
Eva Wedding Planner

Il matrimonio e il rito sono considerati dei veri atti d’amore, sono una promessa che lega due innamorati per l’eternità. Rappresentano uno dei momenti più importanti della vita, perché sono il punto di partenza di un percorso condiviso che farà nascere una nuova famiglia.

Durante la celebrazione del matrimonio, il rito è il momento più significativo, coinvolge gli sposi e tutte le persone che ne prendono parte. Uno dei primi passi da fare è scegliere come celebrare il proprio rito se religioso, civile o simbolico. Scegliete quello che meglio vi rappresenta e sentite “vostro”.

Vediamo assieme quali sono le tipologie di riti e quali le loro caratteristiche.

Matrimonio e rito religioso.

Per la chiesa il matrimonio rappresenta uno dei sette sacramenti e simboleggia un atto irreversibile e fondamentale per la vita di una coppia Cristiana. La coppia che sceglie il rito religioso deve possedere tutta una serie di requisiti che per la chiesa e il sacerdote sono di fondamentale importanza.

Quali sono i requisiti per celebrare un matrimonio con rito religioso?

Il primo requisito è che i futuri sposi hanno contratto il sacramento del Battesimo, della Comunione e della Cresima. Solo così possono essere considerati parte della comunità Cattolica. Un’altro requisito importante è che non siano già sposati e conseguentemente divorziati, in questo caso bisogna chiedere l’annullamento della Sacra Rota. Ultimo requisito è che la coppia partecipi ad un corso prematrimoniale. Questo corso, che dura circa due mesi, prepara la coppia di futuri sposi ad affrontare la vita matrimoniale assieme.

Quali sono le procedure da fare?

Il primo passo da fare per chi decide di celebrare il proprio matrimonio con rito Cattolico è quello di recarsi presso la parrocchia di riferimento. Parlare con il sacerdote che vi darà indicazioni su come procedere. Vi verranno richiesti: certificati di nascita e certificati di residenza. Inoltre il Sacerdote vi chiederà tutti i documenti che certificano la ricezione dei vari Sacramenti e il certificato di “stato libero ecclesiastico”. Questo attesta che entrambi non abbiate già contratto il matrimonio in precedenza. La coppia è obbligata a partecipare ad un corso prematrimoniale. Inoltre il matrimonio con rito Cattolico celebrato in chiesa richiede l’affissione obbligatoria delle pubblicazioni.

Terminata la parte burocratica, concentratevi sui vari elementi decorativi che renderanno la celebrazione e l’atmosfera speciale. Stampate i libretti messa e ricordatevi di farli trovare a tutti i vostri ospiti, non trascurate questo dettaglio perché dà un tocco speciale alla celebrazione.

Matrimonio e rito civile.

Questa forma di rito è sempre più diffusa tra le coppie. Per definizione il matrimonio con rito civile è l’unione legale tra due persone davanti ad un ufficiale di stato civile, senza influenze o implicazioni religiose. Durante questa celebrazione la coppia di futuri sposi può scegliere di preparare dei discorsi ed esporli. Questo rende il rito e lo scambio delle promesse un momento più coinvolgente ed emozionante per tutti. Il matrimonio con rito civile si celebra in comune o in municipio. A volte le coppie di futuri sposi decidono di farlo nella location del ricevimento, l’importante è che quest’ultima abbia la licenza per officiare matrimoni civili.

Matrimonio e rito simbolico.

La cerimonia con rito simbolico è quella più flessibile e dinamica, perché permette ai futuri sposi di poter personalizzare il rito in ogni minimo dettaglio. Resta uno scambio di promesse d’amore, ma in questo contesto non ci sono vincoli religiosi o civili. I motivi per cui una coppia sceglie il rito simbolico sono diversi. Alcuni motivi sono personali, altri pratici, legati alla location, alla logistica e altri legati al gusto personale della coppia stessa. Le coppie che scelgono questo tipo di rito sono spesso coppie che hanno già celebrato il rito civile e sono quindi legalmente uniti. In questo modo hanno il piacere di rinnovare le promesse. Gli sposi possono scegliere i testi delle promesse, le musiche, il tempo, le persone da coinvolgere e possono soprattutto scegliere la tipologia del rito.

Quali sono le tipologie di rito simbolico e quali le loro caratteristiche?

Rito della luce.

L’amore tra i due futuri sposi è alimentato da un unico fuoco che prende vita dall’unione di due candele.

Rito della sabbia.

Simboleggia l’unione di due spiriti in un unico spirito. Gli sposi hanno in mano due ampolle di vetro con all’interno della sabbia colorata, versano lentamente le loro sabbie all’interno di un terzo contenitore.

Rito dei nastri.

Detto anche Rito Handfasting perché di origine Celtica. In mezzo alla natura è l’ideale perché sono presenti i quattro elementi vitali per l’essere umano: la terra, il fuoco, l’aria e l’acqua. Gli sposi si prendono per mano e le incrociano simboleggiando l’infinito, a questo punto il celebrante lega le loro mani con dei nastri colorati. Ogni colore ha un preciso significato.

Rito dell’albero.

Questo rito è ricco di significato e molto profondo. Dopo lo scambio delle promesse gli sposi piantano un albero che simboleggia la crescita, l’amore, la cura e la consapevolezza di prendersi cura l’uno dell’altro.

Rito degli anelli.

Il rito degli anelli vi fa sentire tutto l’amore delle persone che vi circondano. Una scatoletta con dentro le vostre fedi deve passare tra le mani di tutti i vostri ospiti fino ad arrivare direttamente a voi.

Rito delle rose.

La Rosa per eccellenza rappresenta l’amore e in questo contesto, dopo gli sposi, diventa protagonista del rito. Gli sposi hanno due rose in mano che uniscono in un unico vaso. Dopo il rito gli sposi seccano le rose e le conservano in ricordo di un giorno speciale.

Rito del vino.

Unione di anime, unione di sangue. In questo contesto il sangue è rappresentato dal vino. Gli sposi hanno due calici di vino che dopo le promesse versano all’interno di un unico decantar, la loro miscela simboleggia la loro unione.

In conclusione rito religioso, civile o simbolico, il mio consiglio di wedding planner è quello di organizzarlo perfettamente bene e che vi renda davvero felici.

 

 

 

 

 

 

 

 

Related post